Un luogo immerso nel Parco fluviale del Trebbia dove incontrarsi, respirare l’atmosfera di un paesaggio unico e scoprire la ricchezza della sua cultura enogastronomica: è la sfida raccolta ai tempi del Covid da tre imprenditori della provincia di Piacenza, decisi a guardare al futuro e a non rinunciare a investire nel proprio territorio e nell’opportunità di valorizzarlo.

“La finestra sul Trebbia”, location per eventi, ristorante gourmet, lounge bar e tanto altro ancora, è il progetto che Pietro Gazzola, Marco Bertè e Massimo Rebecchi hanno intrapreso con l’obiettivo di aprire le porte a inizio 2021, disposizioni in vigore permettendo. Non a caso la scelta è ricaduta su una villa con piscina circondata da una vasta area verde e affacciata sulla riva del fiume Trebbia, in località Rossia di Gossolengo.

La possibilità di godere della bellezza di un ampio spazio “naturale” ancora troppo poco conosciuto e di una convivialità en plain air hanno spinto i tre imprenditori ad avviare i lavori, che fin dal principio hanno coinvolto anche Daniela Corti, nota Event Planner e figura di riferimento del settore.

La consapevolezza di poter contare su una filiera agroalimentare di eccellenza, maturata dai soci nei viaggi compiuti per lavoro in Italia e all’estero, ha dato ulteriore slancio al progetto. La precedenza ai produttori della zona, alla selezione delle materie prime e all’attenzione ai prodotti Dop piacentini sono le parole d’ordine di un’idea food che mira a dare risalto e prospettiva a tutto il patrimonio locale, con la volontà di puntare un domani che sappia dare vita a un nuovo modo di stare insieme, rilanciandone al tempo stesso la grande tradizione.

Articolo da: progressonline